Cerca nel sito


Contatti

Cubareale - Niki

E-mail: seriomario@hotmail.com

 

Benvenuti in CUBAREALE

Benvenuti al nostro sito. Cubareale si propone come una finestra sulla vita reale  dell'isola.

Si tratteranno temi di attualità, eventi culturali  e cambiamenti in corso nel blog collegato.

Naturalmente potrà essere un punto di contatto tra  chi desidera conoscere Cuba, andarci magari in vacanza ed avere delle informazioni   precise su come muoversi, comportarsi e valorizzare una breve o lunga permanenza.

 
 

 

  Attenzione:                                                                          

Webnode

 

              Il noleggo auto è legato all'accoglienza complessiva in Avana dei nostri ospiti e non è prioritario dell'organizzazione.

Attualemnte a causa dell'allegerimento dell'embargo e all'apertura ai cubano - americani di rientrare facilmente come turisti c'è una grande richiesta di auto ed offerte turistiche.

               Noi come organizzazione gestiamo esclusivamente degli autisti con auto private, legalmente tassisti, che sono anche buonissime guide per tutta l'isola e grandi conoscitori della morfologia del territorio e di tanti aspetti culturali e sociali del paese.

Possiamo ovviamente aiutare gli ospiti al noleggio in agenizia direttamente in Capitale.

Per info generali e/o prenotazioni si prega di scrivere alla mail pubblicata sopra.

Grazie.

Breve promozione del nostro team operativo 

Abbiamo la possibilità di accogliere i turisti in fai da te direttamente in aereoporto, portarli in una ottima casa particular nel miglior quartiere della città, il Vedado, o a scelta altri ed offrirgli assistenza e guida turistica per i primissimi giorni.

 

Possibilità di noleggio auto al miglior prezzo di mercato, o auto con autista-guida (per la durata del viaggio interno)

 

Organizzazione logistica per tutto il proseguo del viaggio sull'isola.

 

Avere in uso una linea telefonica cubana per restare in contatto con la nostra organizzazione per tutto il periodo della vacanza

 

Piccole proposte qui.
 
 

Area notizie fresche direttamente da Cuba     

                                                     

Cercheremo in questo spazio  di tenenre un filo diretto con gli avvenimenti, gli accadimenti e le poche voci che escono dall'isola.

Pubblicheremo articoli tradotti in italiano di bloggers più o meno alternativi e giornalisti indipendenti o meno sperando di aprire un finestra su quel mondo appartato e nascosto ma vivissimo e sempre più desideroso di farsi conoscere fuori dalle proprio coste.

Le notizie fresche si trovano nell'area  Blog

 

Webnode

 

La Habana

 

L’AVANA
 
L'AVANA E' UN MINESTRONE
CHE BOLLE E RIBOLLE
A VOLTE PIANO A VOLTE FORTE
DIPENDE DALL'ORA E DAL GAS
 
E DENTRO CI VA':
UN PO' DI GENTE DEL CAMPO
MOLTO ORIENTE
LA VECCHIAIA ORGOGLIOSA E FELICE
LA RAGAZZINA SFRONTATA E AMBIZIOSA
LA POLIZIA PRESENTE
 
A VOLTE UNA BOLLA ESPLODE
UOMO STRILLA "HO FAME"
E TUTTO IL RESTO GLI RISPONDE
"ASPETTA CHE SIA COTTO"
PER TUTTI I GIORNI CHE DIO REGALA.......
 
Niki
La Habana 2004

 

 

         Un canto Yoruba

 
Scoprii così il lusso:
                     la carta igenica, l'acqua potabile.....
la semplicità e la fermezza delle regole.
 
                     un canto yoruba tradotto
un'Africa che ci accomuna
                     antico mantra che risuona
spinto da perenni alisei.
                     Qulcosa di nuovo dell'Africa
 anche oggi.
 
              La Habana 15.04.15

 

Carte d'Avana

 

" Un isola incredibile, un satellite tropicale, colorato e  lunatico, esotico e utopico, africano e magico, malinconico e rivoluzionario, creolo, polveroso, fiero, surreale e misero, improbabile come un pezzo di Unione Sovietica dei tempi della guerra fredda catapultato da una sbronza della Storia in mezzo ai Caraibi come un cubetto di ghiaccio siberiano in un bicchiere di mojto. In alte parole Cuba."

 

Davide Berrilli da "Carte d'Avana"

 

 

Le cere di Baracoa

                                                    

 

Per viaggiare davvero i viaggiatori non devono avere nulla da perdere. Ma neanche da cercare. Sono queste le idee che ho in testa mentre la guagua svolta sotto le nubi che avvolgono il picco della montagna. La corriera scende lungo i tornanti avvolta da scrosci d’acqua che fumano, per l’umidità, con l’effetto di un bagno turco. Baracoa è laggiù, schiacciata nella mezzaluna della baia, in fondo alla montagna. Un nome che mi fa pensare al tronco di una pianta misteriosa, invisibile e notturna, che galleggia in mezzo a un mare placido e sconosciuto.

 

Davide Berilli da "Le cere di Baracoa"