Cerca nel sito


Contatti

Cubareale - Niki

E-mail: seriomario@hotmail.com

Un italiana in equador parla di Yoani Sancez

13.09.2012 15:48

http://unitalianainecuador.wordpress.com

Yoani Sànchez è un’Avanera come tante di 37 anni sposata e con un figlio. Bhé non proprio come tante: intanto è sposata con Reinaldo Escobar, un ex giornalista di uno dei più importanti giornali a tiratura nazionale di Cuba: Juventud Rebelde. E poi nel 2008 è stata inserita dal Time nella lista delle 100 persone più influenti del mondo!

Vi svelo un segreto: trovo Yoani Sànchez un po’ antipatica. O per meglio dire, la trovo a volte esagerata. Spesso non sono totalmente d’accordo con lei su quello che scrive e mi rendo conto che tende a dare alle cose sfumature più tragiche del necessario…come se la realtà non fosse già abbastanza tragica di per sé. Detto questo, ho sempre pensato che ognuno abbia il sacro santo diritto di scrivere nel proprio blog quello che vuole, perché il blog è un qualcosa di personale, e se a qualcuno non piace, può sempre non leggerlo! Per questo rispetto l’opera di Yoani, e quella di ogni altro blogger, sapendo che il blog non deve rispondere a questioni di etica professionale, ma ad esigenze personali. Se poi è istruttivo, tanto meglio!

Dovete anche sapere che a Cuba in ben pochi conoscono Yoani Sànchez, è una questione che va mantenuta segreta, nascosta! La gente non può sapere che c’è chi si azzarda ad esprimere la propria opinione addirittura al mondo, e soprattutto che questa opinione è diversa da quella convenzionalmente accettata!!! La gente non deve sapere che Yoani ha un blog…la gente non deve sapere cos’è un blog! La gente non deve usare internet…gli abbiamo già lasciato i cellulari e adesso possono pure andare a Varadero…e che cavolo ma cos’altro vogliono sti Cubani????

Ora vorrei anticipare parte dei miei racconti cubani che colleziono nella categoria Cuban Diaries per dirvi che, per condurre una ricerca personale sul sistema cubano, ho lavorato per quasi due anni nel Granma Internacional, giornale del Granma per l’Estero, chiaramente nel Dipartimento di Italiano. Il Granma, così come il Granma Internacional, sono gli organi stampa ufficiali del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba. Il Comitato Centrale è l’organo di Governo cubano (anche a Cuba esiste un Parlamento, che ha il nome di Asamblea Nacional, ma tutte le decisioni vengono prese dal Comitato Centrale, in un edificio che contiene in un’ala il Comitato, e nell’altra la sede del Partito Comunista, dietro una struttura conica che si trova in Plaza de la Revoluciòn tra il Ministero delle Forze Armate Rivoluzionarie, il Ministero degli Interni e a pochi passi dal Ministero delle Telecomunicazioni. Riconoscerete la struttura perché è l’unica intorno al quale volano sempre gli avvoltoi…questo per chi pensa che la Natura non sia ironica – soprattutto vista l’età media dei componenti del Governo. Il Granma è proprio dietro il Ministerio delle Forze Armate o Minrex).

Durante le riunioni settimanali che si facevano per tutta la redazione al Granma (la vita lavorativa cubana è scandita da decine e decine di riunioni, tutte indistintamente inutili!) la politica editoriale del giornale risultava sempre chiara: Il Diario Nazionale NON DEVE parlare di Yoani Sànchez. Lei non esiste, e non è mai esistita. Il Granma Internacional, deve screditarla, farla passare per un jinetera, una mercenaria dissidente al soldo degli USA, ma NON DEVE MAI entrare nel merito di quello che dice. NON DEVE MAI rispondere alle questioni che pone o entrare in un dibattito con lei.

Mi sono sempre chiesta…perché? Come mai? La risposta era sempre: “Non vogliamo darle importanza”…darle importanza? La donna è già tra le 100 persone più influenti del Mondo e ha intervistato il Presidente degli Stati Uniti…in che modo non parlandone voi non le date importanza? E perché questa differenza tra l’estero e la parte nazionale?

La realtà è che entrare in dibattito con lei vorrebbe dire che il Governo deve rendere conto ai propri cittadini di qualcosa, e questa idea è assolutamente incompatibile con il modus operandi cubano, che non è affatto disposto a fornire giustificazioni sul proprio operato. Rendere conto sarebbe anche pericoloso, visti tutti i casi di corruzione che si stanno scoprendo, e visti tutti i rifugiati eminenti che stanno andando negli Stati Uniti…equivarrebbe a dire che il Governo non può essere all’oscuro di tutto quello che è successo e sta succedendo, e si arriverebbe certamente a trovare responsabili mooooooolto in alto nella scala del potere cubano.

Trovo però innaturale che la gente si accanisca contro Yoani, la quale si limita solo a tenere un blog, per importante che sia! Non capisco davvero questo tipo di attitudine: volete screditare il blog? Apritene un altro opposto dove sarete liberi di scrivere quello che più vorrete! Non vi piace quello che scrive e avete commenti sul MERITO dei suoi post, commentate! E’ chiaro che limitarsi a dire “è una mercenaria” non toglie valore a quello che dice! Magari lo è anche, ma sul piano del contenuto, quali sono gli elementi da controbattere?

A parte questo, molti dimenticano la funzione che sta svolgendo Yoani con il suo blog. Prendiamo d’esempio l’ultimo post pubblicato sul grande black-out che ha colpito mezza Cuba (si parla di 5.000.000 di persone) per quasi 6 ore ieri. Yoani ha scritto un lungo dettagliato post per descrivere quello che stava succedendo.

Il Granma Internacional non ha scritto nulla (non sia mai che all’estero si venga a sapere che ci sono black-out a Cuba!) Il sito è www.granma.cu per chi volesse controllare da sè!

Il Granma, che ha sicuramente un dovere di cronaca ed esplicativo più grande di quello di Yoani, ha scritto questo

“Afectación en el Sistema Eléctrico Nacional

En el día de hoy 9 de septiembre, a las 20:08 horas, se produjo una interrupción en una línea de transmisión de 220 000 voltios entre Ciego de Ávila y Santa Clara, ocasionando afectaciones al servicio eléctrico desde Camagüey hasta Pinar del Río.

En estos momentos se trabaja para normalizar la operación del Sistema Eléctrico Nacional.

La Unión Eléctrica investiga las causas que provocaron esta avería.

UNE –MINBAS

9 de septiembre de 2012

10:27 p.m.

Esaustivo no?

Noi all’estero non avremmo saputo nulla se non fosse stato per il Blog di Yoani…chi è colpevole per questo? E’ corretto accusare l’attivismo degli altri per giustificare l’incapacità nostra? Ognuno tragga le proprie conclusioni…